mercoledì 22 gennaio 2020

“Siamo i meglio nella produzione delle “bollicine” (Mai come adesso accetto il termine)





La notizia è di quelle che dovrebbero riempirci d’orgoglio. 

L’Italia primo paese al mondo nella produzione di vino in generale e negli spumanti in particolare. Anche se…

Partiamo dalla notizia strombazzata dalle Tre reti Rai:

Vini spumanti, 2019 da record: oltre mezzo miliardo di bottiglie vendute all'estero

Nel 2019 la produzione di vini spumanti è cresciuta ancora in Italia, attestandosi a 750 milioni di bottiglie.

Poco oltre 200 milioni quelle destinate al mercato interno, mentre 550 milioni raggiungono i mercati all'estero. 
Quindi delle bollicine nazionali quasi due su tre sono vendute per brindisi oltre frontiera. 

A fare il punto sul mercato spumantistico 2019 è Giampietro Comolli, storico (dal 1991) presidente di Ovse-Ceves (Osservatorio Centro Studi Economici Vini Speciali) ricordando che l'Italia è il primo produttore al mondo di spumanti con una quota sul mercato globale del 27%. 
"Un valore in cantina - stima Comolli - di circa 1,9 miliardi di euro che segna, rispetto al 2018, una crescita in volume del +8,5% e un +3,9% in valore. Il punto dolente - sottolinea l'economista - resta il valore marginale all'origine delle bottiglie, di conseguenza i prezzi al consumo.

Ed ora veniamo alle perplessità che ci portano ad una realtà da meditare.

Anche se, soprattutto sui mercati esteri, la percezione di qualità associata allo stile del bere made in Italy porta a un giro d'affari globale al consumo di 6,1 miliardi di euro, oltre tre volte tanto il prezzo alla produzione. 
Ma per crescere in valore, occorre puntare al nuovo e miglior rapporto valore/identità abbandonando il mix qualità/prezzo che spinge al ribasso dei listini", dice il presidente di Ovse-Ceves.

E i cugini francesi, con minor sforzo, raggiungono risultati molto superiori in fatturato (che poi è quello che conta).

Fonte: Cronache di Gusto e Tg Rai

martedì 21 gennaio 2020

Banco d'Assaggio del 30 gennaio



Affrontiamo nei calici il “tormentone” dei vini internazionali


Giovedì 30 Gennaio:
Smettiamo di chiamarli internazionali. Perché?
Ne vedremo delle belle
TORNA L’INTRUSO

Cinque “internazionali” e un intruso speciale
Li assaggeremo per capire le affinità con i propri terroir.
Fantastico!!! 

"VINO...UNA PASSIONE" - Fratellanza Enoica, ovvero
“ l’Officina sensoriale in movimento”

Vivere vere emozioni
Osteria 8Etti e 1/2
e
“VINO…una PASSIONE-Fratellanza Enoica
ovvero
“ l’Officina sensoriale in movimento”
Il Vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e…
se ne parla (anonimo)

Banchi d’Assaggio di

“VINO…una PASSIONE”

“Smettiamo di chiamarli internazionali. Perché?”
Ne vedremo delle belle


Giovedì 30 gennaio 2020

La provenienza? Le varie zone? Le tecniche di cantina? Tutte da scoprire
Posso solo anticipare che saranno di grande spessore. E quell’intruso….
Assolutamente alla cieca!!!

Il costo, considerando le tipologie delle bottiglie (!!!) è molto, molto, molto contenuto:
solo € 40.00

Giovedì 30 gennaio alle ore 20,30  presso Ristorante Osteria 8Etti e 1/2, via Zanardelli 57, per vivere una serata

Molto diversa.

Lo staff del ristorante  preparerà per noi un “primo” a sorpresa, un dessert e caffè.

Confermate la Vostra presenza prima possibile su cellulare 335 5717580, Messanger,  WatsApp (Urano Cupisti)

Grazie e a presto
Urano

P.S. partecipare alla cena non è obbligatorio. Chi non vuol rimanere e limita la partecipazione alla sola degustazione il costo è € 30,00.


lunedì 20 gennaio 2020

Champagne: parliamone!



“Lo champagne è la cultura della distinzione” (Roland de Calonne)
Ne vogliamo parlare?





Tre incontri per approfondire la materia, insieme.

Davanti a tre calici di “perlage” (ogni incontro) per capire il territorio, i vitigni (tutti) e le macro, mini,  aree comprese le “emergenti”.


Capire perché lo champagne si produce solo nella Champagne. E checché se ne dica quando degusti un Grand Cru, conoscendo il luogo, la disposizione dei vigneti, i suoi terreni, ti dimentichi gli altri spumanti.

Distinzione e seduzione o come riportato da Samuel Cogliati in un suo libro:   il sogno fragile.




Fragilità, perché?

Ne parleremo il 28 gennaio, il 4 e 11 febbraio 2020 a: 
“Champagne: l’art  fragiles mais fabuleuses “.

In un mondo affollato dove il merchandising  la fa da padrone,  lo Champagne continua a lasciare che sia il tempo, la pazienza e saggezza  a scandire i giorni:
Champagne come faro nella tempesta e gioioso approdo alla felicità.

Parafrasando Paul Claudel , poeta e drammaturgo nato nella Champagne (Vallée dell’Aisne):
“ Le vin (champagne) est un professeur de gôut, il est le libérateur de l’esprit et l’illuminateur de l’intelligence.” . Bravó!

Costo delle tre serate € 130,00. Come sempre, compreso nel costo, dopo l’incontro seguirà la convivialità (un primo e dessert)  con champagne a go-go!

Solo per 10 partecipanti.

P.S.  La location sarà comunicata quanto prima.
(Incontri autogestiti, il costo copre i prezzi delle bottiglie, il convivio e l’utilizzo della location).

Vino... una passione!: Champagne: parliamone!

Vino... una passione!: Champagne: parliamone!: “Lo champagne è la cultura della distinzione” (Roland de Calonne) Ne vogliamo parlare? Tre incontri per approfondire l...

L'associazione VI.TE. (Vignaioli e Territori) in fermento





Vi.Te in fermento:
4 appuntamenti con 70 vignaioli per fare il punto della situazione

Il percorso di ViTe (Vignaioli e territori) è stato sempre tracciato dai suoi associati, senza personalismi né verticismi.

Partirà da Musella in Valpolicella (14 gennaio), passando per Ampeleia in Maremma (15 gennaio) e la sede degli amici di Porthos a Roma (16 gennaio), per finire in Abruzzo da Emidio Pepe (17 gennaio).

Riunirà oltre settanta vignaioli. II confronto diretto è fondamentale per la solidità e la crescita di un gruppo. Assieme, quindi, si discuterà e ragionerà sulle necessità di ciascun territorio e dell'Associazione stessa, per definirne le prospettive per questo e i prossimi anni. 

"Proprio da qui vorremmo partire per tracciare il percorso che ci coinvolge tutti in Vi.Te, e che al di là dell'appuntamento di Vi.Te @ Vinitaly 2020 (19-22 aprile) ci vedrà protagonisti in numerose altre situazioni", si legge in una nota.

Intanto, all'interno dell'importante kermesse milanese di Enozioni, al Westin Palace il 25 e 26 gennaio, Ais Lombardia ha riservato uno speciale evento per ViTe. Nel pomeriggio di domenica 26 gennaio, 48 vignaioli di ViTe si siederanno a delle grandi tavole rotonde assieme ai loro vini, e a chi vorrà dialogare con loro, assaggiare, ascoltare e capire più profondamente cosa e chi sta dietro a bottiglie ed etichette.

Fonte Cronache di Gusto

sabato 18 gennaio 2020

Incontri di approfondimento.





Scuola di Vino a fine Febbraio 2020


INCONTRI di…VINI
Sei incontri:

Venerdì 28 febbraio
Venerdì 06 marzo
Venerdì 13 marzo
Venerdì 20 marzo
Venerdì 27 marzo
Venerdì 03 aprile

A chi sono rivolti?

Ai neofiti e non che, partecipando a tutti e sei incontri, riusciranno ad avere una conoscenza di base necessaria per comprendere il VINO o un “ripasso aggiornato”che ogni tanto “serve”.

Come “funzionano”?

Saranno appuntamenti tematici ai quali seguirà la degustazione di vini collegati al tema della serata.

1° incontro   Si parla di viticoltura e della storia del vino
2°incontro    Il vino non si beve soltanto, ma si osserva,
                      si annusa e si gusta. Come?
3°incontro    La cantina Italia
4°incontro    La cantina Francia e il suo “perlage”
5° incontro   Il giro del mondo in un bicchiere
6° incontro   Conclusioni per parlare di abbinamenti.

Gli incontri si svolgeranno in orario serale a partire dalle 20,30
Contatti:  335 5717580 (urano)      
                   mail: urano.cupisti@gmail.com                

Costo complessivo dei 6 incontri € 180,00 (€ 30,00 a serata) da versare al primo incontro (26/02/20).  In ogni incontro è previsto:
  • l’assaggio di vini scelti per la conoscenza del mondo enoico;
  • il convivio (focaccina, un primo, dessert, caffè);
  • le schede come “tracce base” per la conversazione, da raccogliere. Costituiranno un valido supporto da consultare sempre;                          
  • l’uso dei bicchieri per gli assaggi.
                                              
Sede degli incontri:  Ristorante Europa, lungomare Europa 106 Lido di Camaiore.
Info: 335 5717580 (urano)

Solo per la serata del 26 febbraio l’orario è anticipato alle ore 20 per permettere la registrazione e regolarizzazione dei partecipanti.

(Incontri autogestiti, il costo copre i prezzi delle bottiglie, il convivio e l’utilizzo della location).

Gli incontri si effettueranno al raggiungimento minimo di 10 partecipanti.






venerdì 17 gennaio 2020

莫扎里拉 Mò zhā lǐlā (Mozzarella in cinese)






Non solo frodi reali ma anche “fake"

È il web la nuova frontiera dei furbetti della falsa mozzarella Dop. 

Lo confermano i dati dell'attività di vigilanza del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, che ha messo in campo una vera e propria task force per scovare le frodi on line, in collaborazione con le forze dell'ordine e l'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) del ministero delle Politiche agricole.

I casi più diffusi che sono stati riscontrati su piattaforme come Alibaba, Ebay, Amazon oltre a Facebook e Instagram,  riguardano l'utilizzo improprio del marchio "Mozzarella di Bufala Campana fino agli episodi più gravi di contraffazione del marchio stesso e del prodotto.

Saremo in grado di difenderci? Per adesso, al di là delle forze dell'ordine vediamo il prolificare di Istituti che dovrebbero svolgere lo stesso lavoro. Come sempre. A noi italiani non toccateci la "burocrazia".